Linkedin Social Selling Index. Cos’è e come farlo crescere a 84+ ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

LINKEDIN SOCIAL SELLING INDEX linkedin

Sei un professionista e hai appena sentito parlare di Social Selling Index di Linkedin? Questo potrebbe significare che vuoi imparare come usarlo al meglio per valorizzare il tuo brand.

Da qualche anno Linkedin mette a disposizione dei propri utenti un paramento, o più semplicemente un punteggio che ti fa capire l’efficacia del profilo.

Questo punteggio è proprio il SSI ( Social Selling Index) . Il principio di base è estremamente semplice da capire, ma funzionale all’obiettivo finale. L’SSI è appunto uno strumento interno di Linkedin che si basa su quattro pilastri.

Per ciascuno di questi pilastri è possibile ottenere un punteggio che va da un minimo di 0 a un massimo di 25.

Quindi puoi ottenere un punteggio totale massimo di 100. Un buon profilo dovrebbe puntare ad ottenere da 45 in su. Quali sono questi 4 pilastri?

Adesso che ti ho elencato quali sono i quattro pilastri ti sarai sicuramente del reale significato del Social Selling Index: quanto sei bravo a vendere te stesso e la tua professione. Interessante vero?

Creare un brand personale

Questo primo parametro del Social Selling Index si riferisce al tuo profilo Linkedin. Avere un profilo curato e completo è infatti tenuto in grande considerazione dal social. Adesso ti spiegherò cosa devi fare per creare un personal branding efficacie.

Una delle prime cose che devi tenere a mente e non dimenticare mai è che tu rappresenti la tua attività. Linkedin è il posto giusto dove fare personal branding, per due motivi importantissimi:

Devi quindi capire in cosa ti contraddistingui dai tuoi competitors e metterlo in risalto. In che modo?

Per prima cosa le immagini. La tua foto profilo deve ritrarre preferibilmente te stesso con il volto ben visibile, mentre l’immagine di copertina deve essere riferita al tuo lavoro, alla tua azienda o brand, insomma qualcosa che ti qualifichi e che sia pertinente con ciò che fai.

Completa il tuo profilo con tutti i dettagli, quali sono le tue competenze, le esperienze, se hai qualifiche, di che tipo e magari conferme alle stesse. Ricordati di non trascurare il riepilogo, che deve parlare di te, di chi sei e in cosa sei bravo.

Pubblica articoli connessi con la tua professione; può esserti d’aiuto per esempio porti la domanda ” quali esigenze sono capace di soddisfare? ” Questo servirà per farti conoscere dai tuoi collegamenti, ti darà visibilità e permetterà alle persone che sono in contatto con te di commentare il tuo articolo e interagire.

Per rendere più forte il tuo personal branding su Linkedin sii sempre coerente con te stesso, non pubblicare post in cui cambi argomento continuamente, non mostrarti insicuro di quello che dici, segui un fil rouge.

Ultimo consiglio che posso darti è che quando completi il tuo profilo devi cercare di pensarlo sufficientemente accattivante per i tuoi clienti: inserisci dettagli che potrebbero stuzzicare l’interesse di chi ti segue. Sembra banale ma non lo è affatto!

Trovare le persone giuste

Per ottenere un buon punteggio in questo settore devi tenere a mente una semplice regoletta: non accettare chiunque ti invii un collegamento. Scontato? Forse, ma adesso ti spiego il perché. Sii tu il primo a richiedere un collegamento.

Quando lo fai aggiungi un breve messaggio in cui spieghi chi sei e perché vuoi metterti in contatto proprio con quella persona. Cerca di fare una scelta oculata e attenta delle persone a cui inviare il collegamento.

Devono essere pertinenti con il tipo di clientela che vuoi raggiungere e con ciò che vuoi vendere.

Per iniziare a costruire la tua rete puoi partire dalle persone che conosci, poi passa ai tuoi colleghi. Lo step successivo è rappresentato dai tuoi potenziali colleghi, a quelle persone che ricoprono il tuo stesso ruolo ma in altre aziende.

Puoi anche valutare persone che fanno un lavoro diverso dal tuo ma che ti interessano per dei motivi precisi. Ricordati che il collegamento è il tuo biglietto da visita digitale, quindi non inserire faccine, battute o pubblicità, dai sempre del Lei e sii cortese.

Accettare chiunque cerchi di mettersi in contatto con te viene visto dal social come una attività “passiva” che farà sprofondare il tuo punteggio a lungo andare.

E’ un po’ come se stessi dicendo a Linkedin che nemmeno tu sai chi sono i tuoi clienti. Insomma, perché farlo?

Interagire con informazioni rilevanti

Questo è il tasto dolente degli iscritti a Linkedin, probabilmente anche il tuo. La maggior parte delle persone non concepisce Linkedin come un social paragonabile con gli altri e quindi trascura l’importanza delle interazioni con i propri collegamenti. Non cadere in questa trappola. Spendi un po’ del tuo tempo ogni giorno per pubblicare post che abbiano contenuti accattivanti e naturalmente, di qualità.

Commenta quelli degli altri, esprimi le tue opinioni senza timori e se sei competente in un determinato settore scrivi qualcosa che lo dimostri, ma senza imporre le tue idee. Gentilezza è l’atteggiamento giusto.

Cura la messaggistica con i tuoi collegamenti e le risposte agli stessi.

Cerca e iscriviti a gruppi pertinenti con il tuo lavoro. Inizia o partecipa a un dibattito.

Diventa un leader di pensiero e conquistati la fiducia dei tuoi utenti.

Costruire relazioni

Hai seguito i consigli fino al pilastro numero tre. Giunto a questo punto ti chiederai per quanto tempo devi fare questo lavoro per mantenere alto il tuo punteggio. La risposta te la fornisce direttamente Linkedin.

Il social infatti valuta il tempo speso per la cura di tutti e tre i punti precedenti. Questo è il quarto pilastro del Social Selling Index. Linkedin valuterà

Quando inizi a cercare di costruire la tua rete devi farlo in base a quelli che sono i tuoi obiettivi: crescere professionalmente, cercare lavoro, cercare clienti.

La tua rete e di conseguenza i rapporti che instauri non possono essere identici in casistiche così diverse. Ricorda che quello che conta è costruire rapporti di fiducia, quindi non trascurare i tuoi collegamenti ma interagisci con loro con frequenza e costanza; stai vendendo un prodotto, che sia un prodotto reale della tua azienda o semplicemente il tuo talento, ogni utente Linkedin è un potenziale cliente.

Allo stesso modo cerca ogni giorno nuovi contatti. Persevera e Linkedin ti premierà con un punteggio alto.

Quanto è importante il Social Selling Index?

Se tieni in considerazione che il SSI è la capacità di vendere tramite social la risposta alla domanda è: molto importante. Secondo i dati riportati da Linkedin mantenere un alto punteggio di Social Selling Index ti permetterebbe di aumentare:

Considerando che la concorrenza è sempre molto alta e che può essere difficile riuscire ad emergere rispetto ai nostri competitor, questi numeri spiegano l’importanza di un punteggio molto alto.

Crea una routine di lavoro su Linkedin

Adesso sai tutto del Social Selling Index. Sai quanto può essere importante per te e il tuo brand, cos’è e come funziona. Hai anche imparato cosa devi fare per avere un alto punteggio. So già cosa stai pensando.

Ti sembra una mole di lavoro immensa e con i tuoi impegni quotidiani non hai tempo da dedicarci. Ho una buona notizia per te, bastano circa 20 – 30 minuti al giorno per ottenere ottimi risultati. Anche non continuativi. Puoi farlo la mattina mentre fai colazione, durante la pausa pranzo o anche durante la pausa caffè del pomeriggio. Bastano appena 10 minuti. Quello che conta è imparare a costruire una routine di lavoro su Linkedin.

Per darti un aiuto, in questa sezione dell’articolo ti darò qualche semplice suggerimento su come costruire una buona routine. Quello che conta è cominciare.

Trova un piccolo di gruppo di persone ogni giorno ( bastano anche 3 ) che potrebbero essere interessati al tuo prodotto e invia un collegamento. Una volta fatto questo, tieni traccia di come si evolve la relazione tra te e i tuoi nuovi contatti.

Per profilare i tuoi potenziali buyer tieni traccia dell’azienda per cui lavorano, il settore, il ruolo lavorativo che ricoprono, infine gli interessi che hanno.

Una delle chiavi per il successo su Linkedin è essere proattivi sul social. La passività per te è controproducente. Ricordati che sei un professionista, quindi devi intrattenere relazioni e rapporti come faresti nella vita reale con i tuoi clienti.

Parla con loro, interagisci, posta articoli che potrebbero suscitare interesse, commenta post di altri. La costanza ti ripagherà.

Quando avrai acquisito un buon ritmo tieni traccia di come si evolve il tuo Social Selling Index. Sarà per te un indicatore delle cose che stai facendo bene e di quelle in cui invece puoi migliorare.

Trucco per chi possiede Sales Navigator 🤫

Se possiedi un profilo “premium” con attivo l’abbonamento di Sales Navigator per poter migliorare il tuo punteggio, completa tutti i consigli che ti propone. Vedrai che dopo 7 giorni il tuo SSI salirà di qualche punto 😉

Nel caso tu non possedessi Sales Navigator è buona cosa avere un profilo All Star, per fare ciò ti basta seguire questa semplice guida.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine dell’articolo, adesso il Social Selling Index non ha più segreti per te. Come ti ho già spiegato questo è uno strumento molto utile per valorizzare il tuo prodotto e saperlo usare bene ti regalerà una marcia in più rispetto ai tuoi competitor. Ricordati però di non farlo diventare un ossessione.

Non preoccuparti se il tuo punteggio non sale nel giro di appena 24 ore, ci vuole solo metodo e costanza. Ma se proprio pensi che sia troppo impegnativo per te puoi rivolgerti a un professionista che, per esempio, ti aiuti nella scrittura di post o nel profilare i tuoi collegamenti. Se dovessi avere dei dubbi, non esitare a contattarmi 📞

Ci vediamo nel futuro!

Exit mobile version